A Luglio Compleanni, divertimento e musica.

Due sono i ragazzi di Casa Base che questo mese hanno festeggiato il loro compleanno.
Sono state spente 17 candeline da un ragazzo che finalmente ha ricevuto il suo tanto atteso monopattino. Da quel giorno tra lo skateboard e il monopattino c’era l’imbarazzo della scelta: trick, ollie, salti 180° e salti 360°. E ancora, non importa se in camera, in cortile o allo skate park l’importante è provare assolutamente ogni tipo di salto e ogni possibile acrobazia in ogni luogo sotto tiro.

Diventare grandi è sempre emozionante, bisogna pensare a festeggiare e con chi, pensare al vestito e alla torta, ma per una ragazza che è diventata maggiorenne l’emozione è stata adrenalinica. Per la prima volta la festa è stata organizzata fuori dalla comunità senza gli altri ragazzi, ma con tutti gli educatori presenti: un aperitivo in Piazza Vittorio, le luci, il brindisi e il soffio delle candeline sull’immancabile dolce. Una serata frizzante che ha coinvolto tutti gli educatori attuali e passati che nel tempo hanno fatto parte della crescita di questa ragazza arrivata a Casa Base quando era ancora una bambina. Un momento toccante e delicato in cui i sorrisi sono stati colmi di commozione.

Ma a Luglio a Casa Base non solo candeline, tutti i ragazzi hanno trascorso un mese ricco di impegni i più piccoli hanno frequentato il centro estivo, mentre alcuni dei più grandi si sono impegnati come animatori in estate ragazzi del paese o maneggi limitrofi, altri ancora hanno trascorso qualche giorno in colonia con il gruppo di amici. E nel week end piccole gite e qualche pic-nic tutti insieme.

E poi una serata inattesa che forse più di tutto fa comprendere come per i ragazzi di Casa Base la Comunità è innanzitutto la loro casa e per questo vogliono anche loro contribuire a renderla ciò che è. Un ragazzo di Casa Base, con qualche amico che suona e il sostegno del Patchanka in cui aiuta come fonico, ha organizzato un sabato sera speciale. Una piccola, ma grande festa a Casa Base: un paio di gruppi che suonavano e della musica dance per stare insieme, qualche bibita analcolica fresca e soprattutto tanto tanto impegno da parte di un ragazzo di soli 15 anni che ha deciso di fare tutto questo per cercare nuovi Amici per Casa Base e per i progetti e i sogni di tutti i ragazzi e gli educatori…in primis fra tutti la vacanza estiva. Credo che l’esperienza di questo ragazzo e di questa festa possa rappresentare e spiegare meglio di mille parole quello che vuol dire sentirsi tutti parte di una Casa che è innanzitutto la propria casa.

A questo punto concluderei salutandovi e dandovi appuntamento a Settembre, infatti Casa Base si sta preparando per andare al mare per una settimana, poi torneremo, ma giusto il tempo di ripreparare le valige per la montagna. E allora buone vacanze a Tutti, ci vediamo con i racconti delle nostre avventure!!!
Nel frattempo ricordo a tutti coloro che vogliono aiutare Casa Base ad andare in vacanza rendendo ancora più speciale il viaggio al mare e in montagna che è sempre possibile donare, donare è facile, anche un piccolo contributo rende magico il sogno che si avvera. Per informazioni clikka qui 

A presto,

Grazie di cuore,

Cristina, i ragazzi e gli educatori di Casa Base Chieri.

 

bruno1boscosamygiuse